Fascial Blog - Miofasciale

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Punti Trigger e Idroterapia

Pubblicato da Roberto in F) Trigger points · 7/1/2012 17:42:10
Tags: IdroterapiaKneipp

Il concetto fondamentale dell'idroterapia è lo sbalzo termico. La tecnica consiste nell'alternare applicazioni di acqua calda e fredda sulla parte malata, in modo da favorire un effetto-pompa da parte del sangue che per il freddo si ritira in profondità e a seguito del caldo riemerge in superficie. In tale modo si rimuovono le tossine dalla parte trattata e al tempo stesso si irrora la parte stessa di nutrimento e ossigeno.



Un trigger point è causato da una crisi energetica locale e da una stasi con conseguente accumulo di materiale tossico di scarto, p.es. Acido Lattico. Nella foto sopra è illustrato il processo. Risulta quindi logico provare a risolvere la crisi energetica e depurare la zona a mezzo dell'Idroterapia.

Facciamo un esempio:
se una persona soffre di sciatica, bisognerà trattare le zone di glutei alternando almeno 1 minuto caldo e un minuto freddo per 5 volte per un totale di 10 minuti.
I vantaggi raggiungibili con questa antica  pratica sono enormi. Che si tratti di dolori muscolari, artrosi, fatica cronica, o mali ancora piu' gravi, la semplice pratica della stimolazione tramite acqua calda e fredda arrechera' benefici inaspettati ma comprovati da generazioni e generazioni di terapeuti in tutto il mondo.Anche se l’idroterapia è innocua per la maggior parte delle persone, siate prudenti e non eccedete nell’uso della cura con acqua calda e fredda se avete problemi cardiaci, di pressione sanguigna o tendenza agli svenimenti. Se avete qualche dubbio, consultate il medico.



Torna ai contenuti | Torna al menu